When you install WPML and add languages, you will find the flags here to change site language.

Social Media Landscape

I social media sono tanti e diversi tra loro; alcuni più famosi, altri meno ma non per questo meno interessanti.
In questa infografica, vengono riportati molti Social Media, le loro principali funzionalità e la loro attitudine alla fruizione in mobilità.

In questa grafica, suddivisa in fette e cerchi per facilità di lettura, è possibile trovare una serie di servizi online che permettono di pubblicare, di conversare,  di interagire, sia da pc che in mobilità ma anche con altri dispositivi (tablet, televisori connessi, smartframes, etc).

L’obiettivo principale dell’infografica è quello di rendere più facile la comprensione dei Social Media in tutta la sua complessità, senza la pretesa, però, di essere esaustivi nell’elencazione dei servizi disponibili.

I Social Media sono un ecosistema molto denso, in cui molti spazi vivono in simbiosi: a volte tendono a sovrapporsi o a coesistere in armonia.
I tre attori principali, Facebook, Twitter e Google+, si trovano nella parte centrale, insieme, perché forniscono agli utenti una serie molto ampia di funzionalità. Importanti tutti e tre e nessuno in grado di estromettere l’altro: Twitter è fondamentale per la scoperta dei contenuti, Google + per gestire l’identità online e Facebook per interagire con il network.

Se è possibile per un utente pubblicare, condividere, giocare, fare networking e acquistare, in uno solo di questi spazi, gli altri hanno la funzione di contenitori e di collettori.

A seconda delle principali funzionalità, i Social Media sono stati siddivisi in categorie:

Publishing

WordPress, Blogger, Typepad, LiveJournal, etc, per il blogging; le piattaforme wiki (Wikipedia, Wikia, etc), i servizi Lifeblog (Tumblr, Posterous) e sociale Q&A (quorum );

Condivisione

YouTube, Dailymotion, Vimeo, etc, per la condivisione di video; di immagini con Flickr, Instagram, Pinterest; di link con Delicious, Digg; di musica con Spotify e documenti con Slideshare, Scribd, etc;
Gioco, con i principali editori Zynga, Playdom, Playfish, SGN, Popcap …); le piattaforme dedicate (Hi5) e gli editori più piccoli ma innovativi (Digital Chocolate, Kobojo, etc);

Networking

Networking professionale con LinkedIn e Viadeo; networking personale con Netlog, Tagged, MySpace, Badoo;

Acquisto

Con le piattaforme di customer intelligence (Bazaarvoice, PowerReviews), condivisione di acquisto (Polyvore, Blippy, …), nella raccomandazione (Hunch) o offerte commerciali come Boosket;
Geo-localizzazione, con applicazioni come Foursquare, Path, Scvngr; e le guide turistiche come Yelp, DisMoisOu.

Alla luce di questa infografica, quale o quali spazi dovrebbe scegliere un’azienda?

L’importante non è scegliere la piattaforma giusta, ma costruire un’architettura social coerente per la propria azienda.

[Infografica a cura di FredCavazza.net]
0