When you install WPML and add languages, you will find the flags here to change site language.

Il corporate blog

Qual’è il ruolo del corporate blog ( il blog aziendale) nelle Relazioni Pubbliche e nella comunicazione d’impresa?

Il blog è uno strumento gratuito ( o quasi…), trasparente, personalizzabile e caratterizzato da un doppio legame tra l’autore (l’azienda-blogger) e i (blogger) visitatori; i blog e i corporate blog rappresentano per sempre più imprese uno strumento “aggiuntivo” per relazionarsi con i propri pubblici di riferimento. Si tratta di una comunicazione bidirezionale in cui i feedback per alcune per lo più grandi imprese, possono solo migliorare la qualità del prodotto finale, dando luogo a una vera e propria conversazione on line; mentre molte piccole medie imprese, possono costituire un grandissimo canale di comunicazione diretta col consumatore finale.I corporate blog ampliano notevolmente lo spettro delle potenziali opportunità e potenzialità per qualsiasi tipo di comunicazione, per l’immediatezza con cui un tema si propaghi in rete e la riduzione dei limiti geografici, temporali e risorse.

In rete i consumatori si trovano, confrontano, scambiano idee e pareri su prodotti e servizi aziendali.

E’ uno strumento di comunicazione conversazionale che può rappresentare un punto di forza, può alimentare la fiducia e rafforzare l’autenticità del brand/impresa. Queste dinamiche impongono alle impresa maggiore trasparenza e disponibilità al dialogo con i propri consumatori, ma offrono anche interessanti opportunità di stabilire un nuovo legame con i proprio target.

Da un lato, l’utente è un soggetto attivo, contribuisce a creare sentiment intorno al prodotto/brand, sensibile a cosa pensano i suoi pari. Dall’altro, i blogger riconoscibile attraverso il sito, giudicabile attraverso i post.

Il blog è solo opportunità o costituisce anche una minaccia? Il blog puo’ costituire minacca, ovvero un pericolo, solo se inteso come ‘strumento di moda’ e come tale utilizzato in modo inopportuno.

Per inopportuno intendo senza costanza, senza una programmazione editoraile e senza la volontà di ascoltare quanto viene detto tramite i commenti.

Credo che faccia più danno un blog ‘abbandonato’ che un blog mai nato; alla pari di un blog in cui i commenti cadano nel vuoto senza essere né accolti né compresi.

Nel mondo del vino sono tantissimi ( forse troppi..) gli esempi di blog malgestiti e malcurati, perché poco aggiornati oppure utilizzati come bacheca su cui appuntare comunicati stampa o scarne news di eventi sporadici; blog che non interessano e non coinvolgono.
Fortunatamente ce sono molti che possono essere portati ad esempio come strumenti ben utilizzati. Alcuni che mi vengono in mente: Il Mosnel; PoggioArgentiera; Divinando, il blog di Silvia Maestrelli di Villa Petriolo; Bele Casel; Wine is love, il blog di Francesco Zonin; San Leonardo.
Ne avete altri da segnalarmi?

0